La Provincia di Biella > Attualità > Caos Tari, anche l’Ascom scende in campo
Attualità Biella -

Caos Tari, anche l’Ascom scende in campo

"Invitiamo i nostri associati a soprassedere al pagamento della prima rata". Sulla questione Tari interviene, per l'ennesima volta, anche Ascom Confesercenti Biella, che in questi giorni sta esaminando, con particolare attenzione, la delibera dell’aprile 2014 e le conseguenti cartelle notificate in questi giorni agli esercizi commerciali.

“Invitiamo i nostri associati a soprassedere al pagamento della prima rata”. Sulla questione Tari interviene, per l’ennesima volta, anche Ascom Confesercenti Biella, che in questi giorni sta esaminando, con particolare attenzione, la delibera dell’aprile 2014 e le conseguenti cartelle notificate in questi giorni agli esercizi commerciali.

“Invitiamo i nostri associati a soprassedere al pagamento della prima rata”.

Sulla questione Tari interviene, per l’ennesima volta, anche Ascom Confesercenti Biella, che in questi giorni sta esaminando, con particolare attenzione, la delibera dell’aprile 2014 e le conseguenti cartelle notificate in questi giorni agli esercizi commerciali.

“Da mesi – si legge in un comunicato – il presidente di Ascom aveva segnalato tramite gli organi di informazione il rischio che una applicazione burocratico–letterale della legge avrebbe comportato aumenti sconsiderati non sostenibili dalle imprese. Emergeva la necessità di un confronto, purtroppo mai avvenuto, con l’amministrazione comunale al fine di evitare che i risparmi decisi per le banche e per la grande distribuzione organizzata finissero per gravare sui negozi di vicinato”.

Un confronto che, a detta dell’associazione, non c’è mai stato.

“Il nuovo Sindaco – aggiungono dall’Ascom – si è detto disponibile e pertanto, in attesa di questi incontri che ci auguriamo forieri di risultati positivi, invitiamo i nostri associati a fornirci copie delle cartelle loro notificate (per la verifica degli errori) e di soprassedere al pagamento della prima rata del 31 luglio”.

Articolo precedente
Articolo precedente