La Provincia di Biella > Attualità > Automobilisti gettano i rifiuti dall’auto, la strada diventa una discarica a cielo aperto
Attualità Valli Mosso e Sessera -

Automobilisti gettano i rifiuti dall’auto, la strada diventa una discarica a cielo aperto

La strada tra Ronco e Flecchia presa di mira dagli incivili

Rifiuti gettati in corsa

Gli abitanti di Pray si sono classificati fra i più virtuosi nella gestione della raccolta differenziata. Purtroppo, però,  ci sono anche i maleducati che continuano ad abbandonare lattine di birra e bottiglie lungo le strade. Adesso a essere presa di mira è la strada che porta a Flecchia e Ronco, con l’assessore Gianfranco Mencattini che si improvvisa netturbino. «Purtroppo l’inciviltà dilaga – spiega l’amministratore -. Camminando tra Ronco e Flecchia purtroppo noto che qualcuno continua ad abbandonare l’immondizia lungo le strade del nostro paese. Come sempre ho raccolto tutto per mettere tutto negli appositi contenitori, ma è un comportamento da incivili. Anche perché non si capisce il motivo di questi abbandoni di rifiuti, se non per ignoranza». E’ difficile sorprendere i maleducati dei rifiuti, spesso c’è chi lancia i rifiuti magari dall’auto in corsa.

Virtuosi della differenziata

Ma ci sono anche buone notizie per Pray. Il Comune, grazie a una serie di accorgimenti, infatti ha raggiunto il 67 per cento di raccolta differenziata. «Così come bisogna condannare il comportamento assurdo di certe persone – riprende Mencattini -, occorre anche premiare in qualche modo chi si impegna a fare una corretta raccolta differenziata. Abbiamo superato il 67 per cento. Questo grazie ai comportamenti di gente per bene che ha capito l’importanza dell’ambiente e ha interesse a mantenere le condizioni di igiene e sicurezza del nostro territorio».

 

Un Commento

  • pier luigi ha detto:

    anche a Crevacuore non mancano episodi inqualificabili, il piazzale del Santuario di Azoglio ed il ruscello sono usati da buzzurri come discarica,recentemente vi hanno buttato due materassi,ma l’elenco sarebbe lungo.Purtroppo l’inciviltà sta facendo proseliti e punire è impossibile. Pier Crevcuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente