La Provincia di Biella > Attualità > Automobilista pericolosa sulla Panda rossa “Attenzione ad etichettare le donne”
Attualità Biella -

Automobilista pericolosa sulla Panda rossa “Attenzione ad etichettare le donne”

La replica di una donna

Automobilista pericolosa sulla Panda rossa “Attenzione ad etichettare le donne.
Attenzione a non generalizzare
Sono numerosi i commenti suscitati dall’articolo pubblicato questa mattina sull’automobilista che a bordo di una Panda rossa ogni mattina semina il terrore a Tollegno (leggi qui l’intera lettera).
Ecco la risposta di una delle tante donne che leggendo quelle parole si sono un po’ risentite
Io sono una donna e vorrei precisare due cose in primis ok hai fatto bene segnalare questa persona ma che a priori etichetti “le donne” il peggior pericolo sulla strada, io ti posso dire che anche la maggior parte degli uomini è un pericolo stradale ( forse più delle donne e degli anziani )perché alcuni e io preciso alcuni sono talmente pieni di se stessi che pensano di guidare in una pista mettendo in pericolo pedoni e altri automobilisti.
Quindi Non etichettiamo sempre ” le donne sono un pericolo”.

4 Commenti

  • steap63 ha detto:

    Beh mia cara Francesca vista la tua replica (soprattutto la seconda a commento del mio scritto mi pare un pò stizzita per cui rilassati )preciso che il mio commento non intendeva essere sessista (a parte che nell’era dei “social” tutto ciò che si dice è sessista salvo essere un comico allora puoi dire tutto); intanto perderesti la scommessa perchè comunque cerco di rispettare il più possibile il codice della strada e evito di violarlo sapendo di violarlo come fanno i “maleducati stradali”.
    In secondo luogo non ho etichettato nessuno; se tu avessi letto bene infatti ho scritto ” spesso ” (e preciso spesso) e non “solo” o “esclusivamente”. Infatti ho incluso altre categorie di utenti della strada che ,se leggi bene e fai mente locale, in maggioranza sono uomini. Mi baso solo su ciò che vedo quotidianamente e su ciò che vedo nei tratti di strada che percorro sia nel Biellese che ne Vercellese. Poi non discuto che gli uomini “maschi” commettano altresì infrazioni . Riguardo agli anziani c’è una fascia di età che è portata ad eccedere forse perchè si sente ancora giovane o esperta e presume che le auto con la tecnologia odierna siano indistruttibili. Io ho da 37 anni ho la patente e tra un pò sarò anche io nella categoria “anziani” (almeno credo visto che oggi si è adolescenti fino almeno a 60 anni) per cui spero che, piuttosto di rischiare di fare certi numeri da circo che vedo, non mi venga rinnovata la patente. Cordiali saluti

    • Francesca ha detto:

      Certo ha scritto “spesso” ma aggiungendo i peggiori sono anziani, donne, motociclisti ecc…Non poteva non aspettarsi una replica anche perche lei può dire quello che vede quotidianamente, io invece vedo quotidianamente uomini alla guida che per una cosa o per l altra rischiano l incidente.
      Ribadisco è corretto segnalare questi avvenimenti però è stato inutile aggiungere parole come quelle che lei ha scritto.

  • Francesca ha detto:

    E aggiungo ” stizzita ” è dire poco mi ha fatto proprio incavolare per le parole al vento che si dicono sempre sulle donne per qualsiasi cagata succeda…
    E chiudo qui il discorso….
    Buona giornata

    • steap63 ha detto:

      Guidare in modo scorretto non mi pare proprio una “cavolata” (scusi ma non uso un termine pari al suo)…poi lei è libera di pensarla come le pare. Le dico solo che non ho insultato nessuno, non ho scritto parolacce ..ho solo esposto ciò che succede. Le auguro solo che non le capiti mai nessun incidente per causa di qualche sconsiderato/a che fa solo una “c…….”.
      Comunque mi adeguo al suo “diktat” e chiudo anche io il discorso che è pertfettamente inutile portare avanti tanto sulle strade italiane non cambierà nulla.
      Buona giornata anche a lei e ripeto non se la prenda così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente