La Provincia di Biella > Attualità > Ami i lupi? Allora adotta un pastore !!!
Attualità Biella Circondario -

Ami i lupi? Allora adotta un pastore !!!

Tre pastori della Valsesia e del Biellese  sono stati tra i protagonisti, a Torino, del lancio ufficiale della campagna crowdfundig “Ami i lupi? Adotta un pastore…!”. “Il progetto nasce dalla necessità di dare un aiuto, con una formula nuova e diversa, a chi porta avanti l’allevamento e la pastorizia – commenta il presidente della Coldiretti interprovinciale Paolo Dellarole - vivendo e lavorando tutti i giorni in montagna e nelle zone collinari trovandosi, quindi, a dover convivere con la presenza sempre più massiccia del lupo, la cui presenza è acclarata anche sulle montagne del nostro comprensorio interprovinciale”. “Al via, dunque, questo progetto innovativo e di condivisione che coniuga la tradizione dell’allevamento alla pastorizia 2.0 dei giorni d’oggi, per far conoscere il frutto del lavoro dei produttori che presidiano territori altrimenti lasciati all’incuria” ha rimarcato la presidente regionale di Coldiretti Delia Revelli. “Inoltre, i fondi raccolti tramite il sistema del crowdfunding saranno impiegati per un lavoro di mappatura delle malghe piemontesi, delle realtà agricole di allevamento montano che offrono prodotti d'alpeggio, delle realtà ricettive di montagna e, non ultimo, della presenza del lupo in Piemonte” Per aderire e sostenere il progetto, consultare il sito www.woopfood.com, scegliere la campagna “Ami i lupi? Adotta un pastore…!” e selezionare la tipologia di contributo che si vuole apportare. Rimane attivo l’indirizzo mail adottaunpastore.piemonte@coldiretti.it al quale tutti gli interessati possono scrivere per avere maggiori informazioni.

Tre pastori della Valsesia e del Biellese  sono stati tra i protagonisti, a Torino, del lancio ufficiale della campagna crowdfundig “Ami i lupi? Adotta un pastore…!”.

“Il progetto nasce dalla necessità di dare un aiuto, con una formula nuova e diversa, a chi porta avanti l’allevamento e la pastorizia – commenta il presidente della Coldiretti interprovinciale Paolo Dellarole – vivendo e lavorando tutti i giorni in montagna e nelle zone collinari trovandosi, quindi, a dover convivere con la presenza sempre più massiccia del lupo, la cui presenza è acclarata anche sulle montagne del nostro comprensorio interprovinciale”.

“Al via, dunque, questo progetto innovativo e di condivisione che coniuga la tradizione dell’allevamento alla pastorizia 2.0 dei giorni d’oggi, per far conoscere il frutto del lavoro dei produttori che presidiano territori altrimenti lasciati all’incuria” ha rimarcato la presidente regionale di Coldiretti Delia Revelli. “Inoltre, i fondi raccolti tramite il sistema del crowdfunding saranno impiegati per un lavoro di mappatura delle malghe piemontesi, delle realtà agricole di allevamento montano che offrono prodotti d’alpeggio, delle realtà ricettive di montagna e, non ultimo, della presenza del lupo in Piemonte”

Per aderire e sostenere il progetto, consultare il sito www.woopfood.com, scegliere la campagna “Ami i lupi? Adotta un pastore…!” e selezionare la tipologia di contributo che si vuole apportare. Rimane attivo l’indirizzo mail adottaunpastore.piemonte@coldiretti.it al quale tutti gli interessati possono scrivere per avere maggiori informazioni.

Tre pastori della Valsesia e del Biellese  sono stati tra i protagonisti, a Torino, del lancio ufficiale della campagna crowdfundig “Ami i lupi? Adotta un pastore…!”.

“Il progetto nasce dalla necessità di dare un aiuto, con una formula nuova e diversa, a chi porta avanti l’allevamento e la pastorizia – commenta il presidente della Coldiretti interprovinciale Paolo Dellarole – vivendo e lavorando tutti i giorni in montagna e nelle zone collinari trovandosi, quindi, a dover convivere con la presenza sempre più massiccia del lupo, la cui presenza è acclarata anche sulle montagne del nostro comprensorio interprovinciale”.

“Al via, dunque, questo progetto innovativo e di condivisione che coniuga la tradizione dell’allevamento alla pastorizia 2.0 dei giorni d’oggi, per far conoscere il frutto del lavoro dei produttori che presidiano territori altrimenti lasciati all’incuria” ha rimarcato la presidente regionale di Coldiretti Delia Revelli. “Inoltre, i fondi raccolti tramite il sistema del crowdfunding saranno impiegati per un lavoro di mappatura delle malghe piemontesi, delle realtà agricole di allevamento montano che offrono prodotti d’alpeggio, delle realtà ricettive di montagna e, non ultimo, della presenza del lupo in Piemonte”

Per aderire e sostenere il progetto, consultare il sito www.woopfood.com, scegliere la campagna “Ami i lupi? Adotta un pastore…!” e selezionare la tipologia di contributo che si vuole apportare. Rimane attivo l’indirizzo mail adottaunpastore.piemonte@coldiretti.it al quale tutti gli interessati possono scrivere per avere maggiori informazioni.

Articolo precedente
Articolo precedente